sabato, 08 Giugno 2024 / Pubblicato il Giro, News

IL GIRO PODISTICO INTERNAZIONALE DI CASTELBUONO PRESENTA IL MANIFESTO DELLA 98esima  EDIZIONE

Nato per dare maggiore valenza al “brand” Giro podistico Internazionale di Castelbuono, il manifesto della 98esima edizione si identifica anche con il paese madonita, sposandone valori e simboli. Intanto prosegue il lavoro da parte degli organizzatori per confezionare una manifestazione – spettacolo. 

 Castelbuono (PA). Prosegue il conto alla rovescia che porterà al prossimo 26 luglio, quando a Castelbuono andrà in scena la 98esima edizione del “Giro podistico Internazionale di Castelbuono”. Un mix di tradizione, sport e cultura, tra storia, sfide  e mito.

Puntuale e atteso è pronto il manifesto ufficiale, che presenta e accompagna una delle corse su strada più antiche di Europa, che affascina ed emoziona chi la corre ma anche 

coloro che la vivono da spettatori.   

Il manifesto della 98esima edizione, ancora una volta frutto della creatività del grafico Mario Norata, nasce per dare più peso specifico al brand “Giro podistico di Castelbuono” identificandolo con il territorio del paese madonita e con la stessa società organizzatrice, il Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese.  In primo piano, nel manifesto, c’è la figura di un atleta che corre al fianco della fontana di piazza Margherita, luogo nevralgico della gara, ‘”ombelico del mondo” di Castelbuono e dei castelbuonesi. 

La stessa “O” di Giro richiama la fontana vista dall’alto con la sua forma ad ottagono, con le strisce gialle a rappresentare il torpedone di atleti che vorticosamente lo affrontano, giro dopo giro. Proprio il colore “giallo” non è stato scelto a caso, ma è un “continuum”, lo ritroviamo, infatti, nei manifesti passati. Giallo come il sole che bacia la gara vicino al tramonto, giallo colore vivace e vivo. Un manifesto che, quest’anno come non mai, si identifica con il Giro e con Castelbuono. 

“Il Giro oltre all’aspetto sportivo fa parte della nostra cultura della nostra storia  -afferma Antonio Castiglia presidente del Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese –  un tesoro che tanti ci invidiano. Il nostro obiettivo è quello di fare crescere l’evento aprendoci a nuove idee a nuovi progetti, coinvolgendo e appassionando più persone possibili.  Aspettando la 98esima, abbiamo iniziato a lavorare alla centesima edizione e sono sicuro che con l’entusiasmo che da sempre abbiamo e che ci distingue, riusciremo a fare qualcosa di grande e di spettacolare”. 

Intanto la macchina organizzativa gira a mille, tante le novità così come le conferme. A cominciare dalla serata del 25 luglio, in piazza Margherita, da sempre deputata alla presentazione degli atleti e della manifestazione, tra valorizzazione del territorio e sue eccellenze. La mattina del 26 luglio alle ore 11.30 con la non competitiva “Baby Run” per mini atleti a partire da zero anni: alle 16.30 il programma prevede le gare riservate alle categorie giovanili e agli atleti della Fisdir, la Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali. A seguire, intorno alle 17.45 la gara Vintage che vedrà protagonisti gli atleti Master. Per loro cinque giri dello storico percorso, ognuno dei quali misura 1134 metri. Per i partecipanti la possibilità di correre con indosso un completino d’epoca che sarà loro cura portare.  La partecipazione è riservata ad atleti di età compresa dai 16 ai 64 anni.

Archiviata la gara Vintage, spazio agli élite con una sostanziale novità. Quest’anno la partecipazione sarà aperta, in aggiunta ai “top”, anche a quegli atleti che nella distanza dei 10 chilometri su strada, vantano un tempo di accredito inferiore ai 36 minuti. Anche in questo caso iscrizioni gratuite, con l’organizzazione che si riserva di predisporre inviti e numero chiuso. Lo start della gara sarà dato alle 19.00, la competizione internazionale è inserita nel Calendario Nazionale FIDAL e Internazionale della World Athletics World Athletics Label Road Race e assegnerà la “Coppa Sant’Anna – Trofeo Totò Spallino”.

 

 https://www.girodicastelbuono.com/

Ufficio stampa Giro podistico Internazionale di Castelbuono

Michele Amato

Tessera OdG 75851

martedì, 09 Aprile 2024 / Pubblicato il Giro, News

Il 26 luglio 2024 sarà ancora Giro podistico Internazionale di Castelbuono, gara che è ormai entrata nel tessuto della comunità castelbuonese e che ogni anno si arricchisce di novità e nuove esperienze che fanno da corollario alla gara clou, la spettacolare maratonina dei 10 giri.

Castelbuono (PA). Quando mancano poco meno di quattro mesi all’evento, il Giro podistico Internazionale di Castelbuono annuncia quella che sarà la sua “offerta sportiva” per l’edizione numero novantotto della sua lunga storia. L’evento è in programma nella canonica data del 26 luglio che quest’anno coincide con la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Una giornata di sport lunga e variegata, che vedrà Castelbuono protagonista già a partire dal mattino; giornata che avrà il suo trepidante epilogo con la gara clou, la competizione internazionale inserita nel Calendario Nazionale FIDAL e Internazionale della World Athletics, che assegnerà la “Coppa Sant’Anna – Trofeo Totò Spallino”.

Ma andiamo con ordine, ricordando che gli orari potrebbero subire, da qui al giorno dell’evento, piccole variazioni. Un menù completo e per tutti i gusti quello pensato dagli organizzatori. Si comincia la mattina del 26 luglio alle ore 11.30 con la non competitiva “Baby Run” per mini atleti a partire dai zero anni: alle 16.30 il programma prevede le gare riservate alle categorie giovanili e agli atleti della Fisdir, la Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali. A seguire, intorno alle 17.45 l’attesa gara Vintage che vedrà protagonisti gli atleti Master. Per loro cinque giri dello storico percorso, ognuno dei quali misura 1134 metri. Per i partecipanti la possibilità di correre con indosso un completino d’epoca che sarà loro cura portare.

Le iscrizioni alla gara Vintage sono gratuite e dovranno essere effettuate, entro la mezzanotte di lunedì 22/07/2024 all’indirizzo email caltanissetta@evodata.it. La partecipazione è riservata ad atleti di età compresa dai 16 ai 64 anni.

Archiviata la gara Vintage, spazio agli élite con una sostanziale novità. Quest’anno la partecipazione sarà aperta, in aggiunta ai “top”, anche a quegli atleti che nella distanza dei 10 chilometri su strada, vantano un tempo di accredito inferiore ai 36 minuti. Anche in questo caso iscrizioni gratuite, con l’organizzazione che si riserva di predisporre inviti e numero chiuso. Lo start della gara sarà dato alle 19.00, compatibilmente con eventuali esigenze televisive.

IL PERCORSO (LA MARATONINA DEI 10 GIRI)

Piazza Margherita (partenza) – via Roma – via Mario Levante – piazza S. Francesco – via Cavour – via Vittorio Emanuele – piazza Matteotti – via Umberto I° – piazza Margherita (arrivo). A partire dal quarto giro i concorrenti doppiati saranno fermati.

Tante manifestazioni una unica regia, quella della società organizzatrice, l’ASD Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese del presidente Antonio Castiglia: “con l’edizione di quest’anno (la 98esima n.d.r.) ci posizioniamo in rampa di lancio per quella che sarà l’edizione numero cento del Giro. Quest’anno abbiamo voluto ampliare l’offerta, con l’obiettivo di richiamare quanta più gente possibile a Castelbuono, atleti, accompagnatori e semplici appassionati. Dobbiamo creare occasioni d’incontro, tra lo sport e quello che può offrire Castelbuono, in termini di accoglienza e svago e il Giro deve essere volano per tutto ciò”.

A tal proposito da quest’anno si è pensato di proporre un vero e proprio turismo “esperienziale”. Nei giorni che precedono e seguono “a Cursa”, si è pensato di coinvolgere accompagnatori e visitatori, in un’esperienza immersiva nel territorio del ”Giro”, fra trekking, parapendio in tandem ed escursioni in e-bike, tutte da effettuare con a fianco esperti del settore. Unico l’obiettivo quello di contribuire a fare scoprire e vivere Castelbuono e le Madonie, in una esperienza unica tra arte, cultura, natura, cibo, tradizione e naturalmente Giro.

Ufficio stampa Giro podistico Internazionale di Castelbuono

mercoledì, 26 Luglio 2023 / Pubblicato il Giro, News

Gara spettacolare a Castelbuono ed epilogo al fulmicotone con l’etiope Edris
Muktar che nell’ultimo giro raggiunge e supera nella salita di Mario Levante il
keniano Zakayo Edward Pingua. Primo degli italiani uno straordinario Daniele
Meucci. Si è gareggiato con temperature miti, scongiurato “Caronte”.
Castelbuono (PA). Si conferma spettacolare, emozionante e unico; il Giro
podistico internazionale di Castelbuono non smentisce una fama che arde dal
1912 e regala un’altra straordinaria giornata di sport.
Dieci giri per un totale di 11,340 km, partenza e arrivo da piazza Margherita. Il
pubblico che sfiora gli atleti ed una temperatura drasticamente scesa rispetto
alle tragiche giornate che hanno preceduto l’evento. Il solito spettacolo,
trasmesso in diretta su Rai Sport e che il mondo ci invidia.
A vincere è ancora un figlio degli altipiani, l’Etiope Edris Muktar in 33’56, che
porta a casa titolo e coppa Sant’Anna. Vittoria che arriva all’ultimo dei dieci giri,
complice la salita di Mario Levante che usa come trampolino di lancio per
raggiungere e superare il keniano Edward Zakayo Pingua (34’13) che batte sul
filo di lana l’inglese Emile Cairess (34’14).
“Sono felice per questa vittoria – le prime parole del keniano Edris Muktar – un
po’ meno per il tempo ottenuto, ma oggi era importante vincere. Straordinaria la
gara, straordinario il pubblico, che ci ha accompagnato metro dopo metro”.

Quarto e primo degli italiani uno straordinario Daniele Meucci, gara da veterano
la sua. L’atleta dell’Esercito, ha corso una gara con la testa, prima ancora che con
le gambe, una progressione che lo ha portato ad un piazzamento di sicuro
spessore, 34’58 il suo tempo.
“Oggi Castelbuono mi ha emozionato, sono contento della gara che ho fatto, e del
piazzamento ottenuto. Stavo bene, il pubblico e il loro calore hanno fatto il
resto”.
Ha illuso invece Aouani, partito a spron battuto nei primi due giri è stato
inesorabilmente riassorbito dal gruppetto di testa, senza però mai perdere
lucidità. L’attuale detentore del record italiano della maratona, finisce così
quinto con il tempo di 35’14.
Altra gara di spessore è quella di Giuseppe Gerratana (Aeronautica Militare)
arrivato all’ultimo minuto a Castelbuono ha sfoderato una eccellente
prestazione. Sempre in gara, si è difeso, ha attaccato chiudendo settimo (primo
dei siciliani) alle spalle di Crippa, con il tempo di 35’34.
“Stavo bene – afferma l’atleta allenato da Gaspare Polizzi – e mi ero preparato ad
affrontare Castelbuono. Sono molto contento della mia prestazione, sicuramente
la migliore tra quelle disputate qui. Adesso dopo l’ultima gara della stagione su
strada (il primo agosto Santo Stefano di Camastra n.d.r.) un po’ di riposo e poi il
matrimonio”.
IL PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE APERTO DAI GIOVANI
Castelbuono palcoscenico anche per gli atleti in erba con le categorie giovanili.
Tra i ragazzi a vincere Emanuele Fatao Terranova (ASD Corri Serradifalco) con il
tempo di 3.44, tra le ragazze Giulia Cerniglia (ASD Scuola atletica Misilmeri) con
il tempo di 4.18. Tra i cadetti Gioele Nunnari (ASD Sicilia Running Team) con il
tempo di 3.23 e tra le cadette Honey Barranca (Universitas Palermo) con il
tempo di 4.24.

LA GARA VINTAGE NEL SEGNO DI MANGIAVILLANO E D’ANNA
Atleti e atlete over 35, alcuni, con indosso le canotte d’epoca, hanno fatto
rivivere il sapore antico di Castelbuono, quella storia che anno dopo anno ha
scritto le pagine più belle di un libro chiamato Giro podistico. Una gara, vera e
propria, cinque giri e tanto sudore. A tagliare per primo il traguardo Salvatore
Mangiavillano (Asd Sicilia Running Team) con il tempo di 20.40, seguito dal
compagno di squadra Giuseppe Gerratana con il tempo di 21.21, terzo Calogero
Di Gioia (Universitas Palermo) dietro di soli 10 secondi. Tra le donne a vincere
Emilia D’anna (ASD Murialdo Cefalù) con il tempo di 26.25, secondo posto per
Cinzia Stancampiano (Sicilia Running Team) con il crono di 27.34, terzo posto
Giuseppina Sorbera (Atletica Nebrodi) in 36.27.
I RAGAZZI DELLA FISDIR DI CORSA AL GIRO
In tutto una quindicina, arrivati dalle province di Palermo e di Agrigento, gli
atleti Fisdir, con disabilità intellettivo relazionale, che hanno impreziosito con la
loro presenza la manifestazione, aprendo di fatto la lunga giornata di sport a
Castelbuono. Un giro compatto tutti insieme per poi sprintare negli ultimi 150
metri, per un arrivo da incorniciare e ricordare a lungo.
ACCANTO AL GIRO
SPONSOR PRIVATI – Acqua Geraci – Biscotti Paolo Forti – CLS – Fiasconaro –
Giaconia Supermercati – Lemon Sistemi – Nvp S.p.a. – Sicilia Outlet Village –
Tradimalt.
PARTNERS ISTITUZIONALI: – Assessorato del Turismo dello sport e dello
spettacolo della regione siciliana. Comune di Castelbuono.

mercoledì, 26 Luglio 2023 / Pubblicato il Classifiche, Giro, News
TORNA SU